scudo blu Unicam

"The new food pyramid of the Mediterranean Diet" by Prof G. Mosconi
The food pyramid presented here is the graphics of the pyramid presented at the Third International Conference CIISCAM, The International Center for Interuniversity Research on the Culture of the Mediterranean Food (http://www.ciiscam.org/) in collaboration with the INRAN (http://www.inran.it/) held in Parma November 3, 2009. Pyramid is divided in three parts: food on the base is recommended for consumption with high frequency during any meal. At the top food to be consumed with moderation during the week, as sweets, red meat. At the center are those that must be consumed every day. Prefer milk and dairy products and herbs and spices instead of the fat dressings; please change color and variety for vegetables and fruits. Better whole-grain cereals. At the base of the pyramid, the suggestion of drinking Water in abundance. This concept is related to an appropriate Food Culture. Please diet goes together with physical activity. Prefer season products. Conviviality is also important.





___________________________________________________________________________________________________________
(...) "E' la prima volta che, alla base di una piramide, vi sono cereali, verdura e frutta, cioe' alimenti di origine vegetale, - afferma soddisfatto il prof. Carlo Cannella, presidente dell'INRAN -. Ed e' la prima volta che la piramide MD viene strutturata con gli alimenti che compongono un pasto principale alla base e, via via a salire, gli altri alimenti necessari a completare il pasto, distribuiti, a seconda che la frequenza di consumo consigliata sia giornaliera o settimanale". La Nuova Piramide della Dieta Mediterranea Moderna, rivolta a tutti gli individui di eta' compresa tra i 18 e i 65 anni, tiene conto dell'evoluzione dei tempi e della societa', evidenziando l'importanza basilare dell'attivita' fisica, della convivialita' a tavola e dell'abitudine di bere acqua e suggerendo di privilegiare il consumo di prodotti locali su base stagionale. "E' una dieta mediterranea rivisitata all'insegna della modernita' e del benessere, senza trascurare pero' le diverse tradizioni culturali e religiose e le differenti identita' nazionali. La nuova piramide - conclude il prof. Cannella - puo' davvero rappresentare una macro-struttura in grado di adattarsi alle esigenze attuali delle popolazioni mediterranee, nel rispetto di tutte le varianti locali della Dieta Mediterranea". Viene cosi' sottolineato il valore strategico della candidatura della dieta Mediterranea come Patrimonio Culturale Immateriale dell'Umanita' dell'UNESCO. ___________________________________________________________________________________________________________ (comunicato stampa INRAN del 05/11/2009)